SARTORIA SOCIALE

diecicentoLAB è il laboratorio di sartoria de Il vaso di Sarepta. Il progetto è nato nel 2018 con l’obiettivo di immaginare percorsi di empowerment per le persone inserite nel nostro programma di sostegno alimentare e si è sviluppato nel corso di questi anni attraverso una serie di passaggi che hanno portato alla nascita di una piccola sartoria sociale ove ampliare e integrare il lavoro di inclusione sociale svolto dall’Associazione. Nel corso di questi anni si è creato un piccolo gruppo di beneficiarie e volontarie che oggi frequentano abitualmente la sartoria mettendo a disposizione le proprie competenze e avviando un percorso di restituzione alla collettività di quanto acquisito. I risultati di questa prima fase sono stati raccontati all’interno di una brochure.

Il progetto ha avuto un significativo impulso con la localizzazione della sartoria, a partire dal mese di marzo del 2021, nel quartiere di Torino San Donato (via Bari 22) che ha permesso di allacciare ottimi rapporti di collaborazione con diverse realtà attive nell’ambito dell’accoglienza di donne immigrate. A settembre 2021, è iniziato il progetto pilota “Tra tessuti e parole – laboratorio di sartoria dialogata” che vuole realizzare, intorno allo svolgimento di attività pratiche legate alla sartoria, percorsi di ascolto, condivisione e sostegno psicologico rivolti a donne migranti.

Per il 2022 il nostro obiettivo è quello di consolidare la presenza della sartoria all’interno del quartiere, quale spazio aggregativo in grado di sviluppare percorsi di inclusione rivolti a donne in difficoltà principalmente immigrate, diffondere la prassi del volontariato, strumento attraverso cui far crescere la cultura della cittadinanza, orientata ai valori costituzionali, caratterizzarsi sempre di più come uno spazio inclusivo, sicuro e libero dalle discriminazioni, luogo di socializzazione tra persone di diverse nazionalità.

Lo sviluppo dell’attività di inclusione sarà attuata portando avanti due progetti,
“Fili Colorati: laboratori di sartoria per donne immigrate“ e
“Tra tessuti e parole: laboratorio di sartoria dialogata”.

Fili colorati prevede lo svolgimento di 360 ore di laboratori aperti a donne immigrate in situazione di vulnerabilità sociale da svolgersi nel corso del 2022 sotto la guida di due consulenti sartoriali coadiuvate dalle volontarie dell’associazione.

“Tra tessuti e parole – laboratorio di sartoria dialogata” vuole realizzare, intorno allo svolgimento di attività pratiche legate alla sartoria, percorsi di ascolto, condivisione e sostegno psicologico rivolti a donne migranti; percorsi dove la capacità di “potersi dire”, di poter raccontare a sé stessi, la propria vita e la propria storia passi attraverso lo svolgimento di un’attività pratica, strumento tramite il quale il “dire” si coniuga con il “fare”, con l’obiettivo di realizzare uno spazio e un tempo in cui le partecipanti possano condividere le difficoltà incontrate nel quotidiano, confrontarsi e insieme cercare soluzioni.

Accanto a questi progetti, nel 2022, saranno avviate attività aggregative (workshop, piccoli corsi di avviamento della sartoria) aperte al quartiere finalizzati all’attivazione di nuovi percorsi di volontariato in ambito sartoriale. Segui la nostra pagina Facebook e il nostro profilo Instagram per rimanere aggiornata/o su diecicentoLAB